Donne insieme per La Cambusa

La sezione di Genova Levante dell’associazione Donne Insieme ha promosso una raccolta di prodotti per il nostro Social Market.

Chiunque volesse donare qualcosa potrà recarsi tutte le mattine, festivi esclusi, dalle ore 9.30 alle ore 11.30 presso la loro sede in via Bolzano 13r. Il 23 dicembre la raccolta si concluderà e i prodotti verranno portati in Cambusa.

Racconti in rete

L’iniziativa, organizzata dalla rete RICIBO e suddivisa in tre occasioni d’incontro (22-23-24 settembre 2020) a cui ha partecipato anche la nostra Associazione Borgo Solidale col progetto di social market “La Cambusa”, aveva lo scopo di riavvicinare i volontari degli enti che compongono la rete dopo la forzata sospensione di iniziative analoghe a causa del lockdown e di provare a capire come poter ripartire insieme, stante la perdurante crisi economico-sanitaria che ancor oggi mette in grave difficoltà tanti nuclei familiari della nostra città e le associazioni stesse, portatrici di aiuto.

Mediante domande e format mirati a coinvolgere i partecipanti, l’occasione ha permesso ai presenti di ripercorrere insieme le difficoltà incontrate nel periodo dell’emergenza e di condividere proposte per tornare a portare aiuto in modo efficace e a un sempre maggior numero di persone, continuando però a dover fare i conti con le insufficienti risorse umane, logistiche ed economiche di ciascun ente.

Quel che è emerso in modo evidente dagli incontri è che il far parte di una rete è ben di più della somma algebrica dei singoli apporti dei suoi componenti  e che, per poter arrivare a più persone e veicolare l’invito a un maggior impegno nel recupero delle eccedenze e a farsi avanti come volontari, occorre progettare insieme una “comunicazione” efficace e mirata, con uno sguardo particolare alle nuove generazioni da coinvolgere il più possibile nel progetto.

Raccolta alimentare e non

La data della prossima raccolta sarà il 17 ottobre presso la Coop di Corso Europa.

Il negozio svolge orario continuato dalle 9 alle 20.

L’elenco dei prodotti che servono in Cambusa:

ABBIAMO BISOGNO DI
Prodotti per la pulizia della casa
Detersivi vari (piatti, bucato a mano e lavatrice)
Candeggina e ammoniaca
Prodotti per igiene personale
Rasoi, shampoo e dentifricio
Zucchero
Olio EVO e di semi
Formaggio grana
Zuppe e dadi da brodo
Pannolini per bambini e assorbenti da donna
Latte e caffè
Marmellata
Miele
Carta igienica/scottex/fazzoletti
Tonno/carne in scatola

La mostra che non c’è

Se vi siete persi la mostra “Il colore nascosto delle cose”, o se vorreste rivedere le opere che vi erano esposte, Associazione Borgo Solidale vi dà questa possibilità.
La crisi sanitaria ha infatti spinto i nostri volontari a creare iniziative innovative, che possano farci sentire più vicini pur nel rispetto delle norme di contrasto alla diffusione della covid-19.

Le opere di Rosario Grasso sono ora a disposizione per un tour virtuale, al seguente link: La mostra che non c’è.

Potrete così visitarla da casa vostra, e vedere le opere che attualmente sono esposte in Via Sagrado 13 r (Genova Sturla) e possono essere visionate o prenotate – previo appuntamento – inviando una mail a borgosolidale.onlus@gmail.com

Per “La mostra che non c’é” esiste anche il biglietto che non c’è: chi lo desidera può fare una libera donazione con un bonifico utilizzando l’IBAN  IT81 Y050 3401 4070 0000 0001 343 intestato a BORGO SOLIDALE e inserendo la causale “ELARGIZIONE LIBERALE A FAVORE DEL PROGETTO LA CAMBUSA”.

Le vostre donazioni verranno così devolute a sostegno del nostro social market, per acquistare quei prodotti di prima necessità che in Cambusa scarseggiano sempre (olio, carne e tonno in scatola, caffè, prodotti di pulizia e igiene) e riuscire così a non far mancare il nostro aiuto alle tante persone in difficoltà in questo momento per essere rimaste senza lavoro e senza reddito.

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio non oneroso dal Comune di Genova – Municipio Levante .

Il tour virtuale

Spesa sospesa: i numeri della solidarietà

I clienti della Coop di Corso Europa hanno dimostrato una grande sensibilità per le persone che si sono trovate in difficoltà in questo periodo di restrizioni e chiusura delle attività.

Vogliamo condividere i risultati della raccolta permanente di prodotti donati per il nostro Social Market, grande dimostrazione di solidarietà e attenzione nei confronti di chi non ha la possibilità di fare la spesa.

Ringraziamo il punto vendita, che ancora una volta ci ha dato la possibilità di realizzare un’iniziativa a sostegno delle attività de La Cambusa. E ringraziamo di cuore tutti quanti hanno deciso di donare un prodotto: anche il più piccolo gesto dà una grande speranza a tutti!

Un elenco dei prodotti raccolti:

Vasetti di marmellata:7
Pacchi di merendine:41
Succhi di frutta: 26
Fette biscottate/cracker:16
Omogeneizzeizzati/Alimenti per l’infanzia: 30
Latte: 35
Olio EVO:22 Olio di semi:2
Pasta da mezzo kg:201 da 1 Kg: 43
Salsa di pomodoro:138
Legumi:112
Tonno:99
Farina:11
Riso:18
Prodotti per la pulizia della persona: 23
Prodotti per la pulizia della casa:10 e Carta igienica:24
Cibo per animali:12

Il sostegno alle persone in difficoltà alimentare a causa del Coronavirus

Il 5 maggio è uscito un articolo sul Secolo XIX scritto da Andrea Carotenuto:

“La Cambusa fa parte del progetto “Distanti ma Insieme: Comunità Resilienti , finanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo con il bando: Insieme andrà tutto bene.

Capofila del progetto è la Comunità di San Benedetto e tutti gli empori sociali metropolitani si sono uniti nell’azione di contrasto alla povertà e all’isolamento sociale, attraverso l’acquisto, stoccaggio e consegna di generi di prima necessità.

Il Centro Recupero Eccedenze Alimentari (CREA) ha organizzato all’interno del Teatro degli zingari il centro operativo di raccolta dei prodotti che arrivano da diverse strutture della grande distribuzione che sostengono il progetto anche con iniziative come la “spesa sospesa” per poi da lì organizzarne la distribuzione.

C.R.E.A., Il Punto, Il cestino, La cambusa, La sporta aperta, La stiva (tutte associazioni già attive nella rete di Ricibo) sostengono i nuclei familiari più deboli con una spesa mensile gratuita e provvedono, quando necessario, anche alla consegna a domicilio, soprattutto agli anziani soli.

Ricibo, all’interno del progetto ha messo inoltre a disposizione unainfoline per l’emergenza alimentare raggiungibile al numero 3289213252.”

L’Associazione Borgo Solidale fornisce a tutti gli utenti della rete degli empori la possibilità di ascolto telefonico attraverso la voce della psicologa Rita La Valle ed il supporto pedagogico ai genitori da parte della pedagogista Fiorella Brozzo.

Per leggere l’articolo completo, con video intervista a una nostra volontaria:

link

Spesa sospesa alla Coop

«Per rispondere alle difficoltà di chi oggi non riesce ad acquistare i prodotti indispensabili per la sopravvivenza – spiega Coop Liguria – abbiamo deciso di creare nei negozi uno spazio riservato alla “Spesa sospesa”, una raccolta permanente di generi di prima necessità, promossa in collaborazione con le associazioni di volontariato del territorio. Chi vuole partecipare, può aggiungere alla propria spesa qualche prodotto da donare alle famiglie in difficoltà, preferendo gli alimenti a lunga conservazione come olio, zucchero, sale, pasta, riso, legumi, sughi pronti, prodotti per l’infanzia, latte a lunga conservazione e i prodotti per la cura della casa e della persona».

Presso la Coop di Corso Europa, i prodotti che vengono donati nel cesto della spesa sospesa, vengono portati nel nostro social market La Cambusa, per aiutare le famiglie che seguiamo.

Distanti ma insieme: comunità resilienti

Grazie a un finanziamento della Compagnia di San Paolo, il nostro social market può offrire nuovi servizi per stare vicino alle persone anche in tempi di Coronavirus.

Oltre alla consegna dei pacchi a domicilio per le persone in difficoltà, i nostri collaboratori esperti sono a disposizione per chi volesse fare una chiacchierata al telefono, per supporto psicologico o pedagogico.

Contattateci per maggiori informazioni e se volete anche voi offrire il vostro aiuto per una Genova resiliente.

Cliccando qui trovate i moduli per richiedere il supporto telefonico: potete compilarlo e inviarlo come allegato usando il form alla pagina contatti.