La Lampara apre al pubblico

Da diversi mesi ormai i volontari de La Cambusa stanno lavorando alla realizzazione del nuovo progetto: uno spazio dedicato ai bambini e a chi se ne prende cura.

Borgo Solidale Onlus da anni incontra e sostiene le famiglie del Levante genovese. 

Col tempo, abbiamo capito che le persone che condividono l’esperienza di vivere con un bambino hanno voglia e bisogno di incontrarsi, confrontarsi, scambiarsi giochi e vestiti.

Grazie alla collaborazione con il Municipio Levante, abbiamo trovato il posto adatto per tutte queste cose: La Lampara!

In questi locali, siti in via Brenta, potrete trovare un un luogo accogliente, una comunità di volontari che coinvolge tutte le persone che condividono un ruolo genitoriale (mamme, papà, nonni, zii, genitori affidatari).

In particolare, vorremmo che diventasse un punto di riferimento per le famiglie, in cui trovare:

  • occasioni di scambio di giocattoli, attrezzatura per l’infanzia e capi d’abbigliamento;
  • opportunità d’incontro per stare insieme, fare insieme, informarsi e formarsi;
  • un sostegno per le famiglie in difficoltà.

Vogliamo realizzare tutto questo in rete con il territorio, con le istituzioni e con le associazioni vicine. In particolare, siamo molto contenti di aver avviato una collaborazione con l’associazione tRiciclo – bimbi a basso impatto, da anni impegnata a ridurre l’impatto ambientale della cura dei bambini.

Sabato 20 novembre ci sarà l’inaugurazione di questo spazio, aperta a tutti e trasmessa in diretta facebook sulla nostra pagina.
Dalle 16:
– concerto di René Rassi, voce e musica del gruppo Uke Swing;
– esposizione di addobbi natalizi dell’artista Ivana Duero;
– presentazione del progetto La Lampara, e di tutte le idee che vorremmo realizzare in questo spazio;
– presentazione dell’associazione tRiciclo – bimbi a basso impatto e della webapp Toorna.

L’evento è organizzato con il patrocinio con partecipazione finanziaria del Comune di Genova – Municipio Levante.

Raccolta alimentare e non

La prossima raccolta alimentare e non sarà sabato 16 ottobre presso la Coop di Corso Europa.

Il negozio svolge orario continuato dalle 9 alle 20.

Di seguito trovate l’elenco dei prodotti che in questo momento mancano in Cambusa: prevalentemente prodotti per la pulizia e l’igiene.

ABBIAMO BISOGNO DI
Prodotti per la pulizia della casa
Detersivi vari (piatti, bucato a mano e lavatrice)
Candeggina e ammoniaca
Prodotti per igiene personale
Rasoi, shampoo e dentifricio
Zucchero
Olio EVO e di semi
Formaggio grana
Zuppe e dadi da brodo
Pannolini per bambini e assorbenti da donna
Latte e caffè
Marmellata
Miele
Carta igienica/scottex/fazzoletti
Tonno/carne in scatola

Donazione Coop

Lo scorso 13 luglio l’associazione Borgo Solidale, che da sempre sta dietro al nostro social market, ha ricevuto un contributo in denaro da parte di Coop Liguria.

Questa donazione viene da un’iniziativa annuale che Coop promuove: i soci, riuniti in assemblea, sono chiamati a votare le realtà del territorio cui destinare il contributo, un buono da spendere nei supermercati della catena per acquisto di beni da donare alle persone in difficoltà.

Il video che segue riprende il momento della donazione e una breve intervista al nostro presidente, Enrico Grasso.

Volontari dai banchi di scuola

Sabato 8 maggio si è svolta la tradizionale Raccolta alimentare e non di primavera, presso la Coop di Corso Europa.

Durante la giornata abbiamo raccolto quasi una tonnellata di prodotti, che sono stati immagazzinati dai nostri instancabili volontari.

Ma quest’anno la novità molto gradita è stata la presenza di un gruppo di volontari molto particolare: un’intera classe quinta dell’istituto Marco Polo! Siamo molto felici di questa nuova collaborazione, e speriamo che possa andare avanti nel tempo, e portare nuova linfa al nostro gruppo!

Raccolta alimentare e non

La prossima raccolta alimentare e non sarà sabato 8 maggio presso la Coop di Corso Europa.

Il negozio svolge orario continuato dalle 9 alle 20.

Di seguito trovate l’elenco dei prodotti che in questo momento mancano in Cambusa: prevalentemente prodotti per la pulizia e l’igiene.

ABBIAMO BISOGNO DI
Prodotti per la pulizia della casa
Detersivi vari (piatti, bucato a mano e lavatrice)
Candeggina e ammoniaca
Prodotti per igiene personale
Rasoi, shampoo e dentifricio
Zucchero
Olio EVO e di semi
Formaggio grana
Zuppe e dadi da brodo
Pannolini per bambini e assorbenti da donna
Latte e caffè
Marmellata
Miele
Carta igienica/scottex/fazzoletti
Tonno/carne in scatola

Uniti oltre le attese

L’anno scorso tra i dipendenti, i manager e i consiglieri del gruppo BPER Banca in tutta Italia è nata l’iniziativa di fare una raccolta fondi per aiutare le realtà che stavano sostenendo le persone più in difficoltà, anche a causa della pandemia.

Hanno quindi devoluto giornate di ferie, parte dei loro stipendi, oppure si sono ridotti i compensi. In tutta Italia, questo ha permesso di raccogliere più di un milione di euro, che sono poi stati raddoppiati dalla banca.

Per decidere a chi devolvere queste donazioni, hanno iniziato delle ricerche nei territori, per capire quali fossero le realtà che si stavano impegnando per il contrasto alla povertà e agli effetti dell’emergenza sanitaria.

A Genova hanno scelto il nostro Social Market, che ha quindi ricevuto una sostanziosa donazione che ci permette di portare un aiuto maggiore alle famiglie che sosteniamo, riempiendo il nostro magazzino di prodotti da donare, e organizzando tutti sempre meglio e sempre più servizi da offrire ai nostri beneficiari.

Ringraziamo i dipendenti della banca per questa splendida iniziativa: ci dà la spinta e la forza per andare avanti e credere in un mondo più equo e solidale!

Al link l’articolo completo che racconta l’iniziativa, uscito sul periodico di BPER Banca: clicca qui per scaricarlo

Passa un anno con noi!

Vuoi aiutarci in Cambusa e investire su te stesso?

Sono aperte le candidature per il nuovo bando di servizio civile!

Che cos’è il servizio civile?

Un’esperienza formativa, un anno di volontariato ma anche la possibilità di sperimentarsi in un ambiente di lavoro, di crescere e di dare il proprio contributo alla società. Tutto questo, con un rimborso mensile di 439,50 €.

Quale progetto ti proponiamo?

Il progetto che ti proponiamo si chiama “Ecce-diamo”, e fa parte del programma “Sviluppiamo la Sostenibilità”. L’ente accreditato è A.C.L.I. Genova, e la sede di progetto è quella della nostra associazione: via Tanini 1G, a Borgoratti.

Come si presenta la domanda?

Collegandosi al link https://domandaonline.serviziocivile.it/ , registrandosi con Spid o richiedendo le credenziali, e seguendo tutte le istruzioni.

Se hai difficoltà o vuoi maggiori informazioni, saremo felici di risponderti: scrivici su acligenova.serviziocivile@gmail.com oppure telefona allo 01025332251 da martedì a giovedì tra le 9 e le 13.

Hai tempo fino al 8 febbraio!

Spesa sospesa alla Coop

Prosegue presso la Coop di Corso Europa l’esperienza della spesa sospesa, che ci consente di raccogliere i prodotti che mancano nel nostro magazzino.

Per sapere quali prodotti ci mancano, consulta la tabella:

ABBIAMO BISOGNO DI
Prodotti per la pulizia della casa
Detersivi vari (piatti, bucato a mano e lavatrice)
Candeggina e ammoniaca
Prodotti per igiene personale
Rasoi, shampoo e dentifricio
Zucchero
Olio EVO e di semi
Formaggio grana
Zuppe e dadi da brodo
Pannolini per bambini e assorbenti da donna
Latte e caffè
Marmellata
Miele
Carta igienica/scottex/fazzoletti
Tonno/carne in scatola

Donne insieme per La Cambusa

La sezione di Genova Levante dell’associazione Donne Insieme ha promosso una raccolta di prodotti per il nostro Social Market.

Chiunque volesse donare qualcosa potrà recarsi tutte le mattine, festivi esclusi, dalle ore 9.30 alle ore 11.30 presso la loro sede in via Bolzano 13r. Il 23 dicembre la raccolta si concluderà e i prodotti verranno portati in Cambusa.

Racconti in rete

L’iniziativa, organizzata dalla rete RICIBO e suddivisa in tre occasioni d’incontro (22-23-24 settembre 2020) a cui ha partecipato anche la nostra Associazione Borgo Solidale col progetto di social market “La Cambusa”, aveva lo scopo di riavvicinare i volontari degli enti che compongono la rete dopo la forzata sospensione di iniziative analoghe a causa del lockdown e di provare a capire come poter ripartire insieme, stante la perdurante crisi economico-sanitaria che ancor oggi mette in grave difficoltà tanti nuclei familiari della nostra città e le associazioni stesse, portatrici di aiuto.

Mediante domande e format mirati a coinvolgere i partecipanti, l’occasione ha permesso ai presenti di ripercorrere insieme le difficoltà incontrate nel periodo dell’emergenza e di condividere proposte per tornare a portare aiuto in modo efficace e a un sempre maggior numero di persone, continuando però a dover fare i conti con le insufficienti risorse umane, logistiche ed economiche di ciascun ente.

Quel che è emerso in modo evidente dagli incontri è che il far parte di una rete è ben di più della somma algebrica dei singoli apporti dei suoi componenti  e che, per poter arrivare a più persone e veicolare l’invito a un maggior impegno nel recupero delle eccedenze e a farsi avanti come volontari, occorre progettare insieme una “comunicazione” efficace e mirata, con uno sguardo particolare alle nuove generazioni da coinvolgere il più possibile nel progetto.